Indicazioni per il fissaggio dei dispositivi

INDICAZIONI PER IL MONTAGGIO DEI DISPOSITIVI IN CLASSE A2

Verificare che il materiale sia completo e ben conservato, nel caso dispositivi mobili che sia correttamente funzionante. Nel caso di prodotti deformati, danneggiati o deteriorati prima dell’installazione contattare EUROCOM. Al termine dell’installazione posizionare e compilare le targhette relative all’accesso in copertura ed al dispositivo installato.

INDICAZIONI PER IL FISSAGGIO DEI DISPOSITIVI

Si riportano di seguito le indicazioni Euro Safe relative alle modalità di fissaggio per i vari dispositivi. Le capacità di resistenza meccanica degli ancoranti indicati dovranno comunque essere verificate da tecnico competente.

FISSAGGIO SU CALCESTRUZZO ARMATO

Si considerano i supporti in cemento armato, quali travi, cordoli e pilastri, realizzati in calcestruzzo avente resistenza minima a compressione non inferiore a 25 N/mm² e di dimensione minima atta a garantire l’efficacia del fissaggio.

Si potranno impiegare sistemi di fissaggio di tipo chimico o meccanico progettati per resistere a shock di tipo impulsivo quali sono quelli indotti dalle cadute dall’alto. Spessore minimo del supporto in c.a. cm 16.

Per supporti in classe C (pali, steli e piastre a muro), indichiamo l’impiego di barre filettate M12 cl. 8.8, con ancorante chimico. Per supporti in classe A1, indichiamo l’impiego di barre filettate M12 cl. 8.8, con ancorante chimico o meccanicoPer supporti in classe A2, indichiamo l’impiego di barre filettate M12 cl. 8.8, con ancorante chimico o meccanicoPer supporti in classe C e A1, è possibile impiegare la Dima per ancoraggio in getto di calcestruzzo. I ganci sottotegola estensibili STE4-48-X, STE4-816-X e STE4-1625-X oltre ai ganci sottotegola estensibili SLIM STE4-48-XS, STE4-816-XS e STE4-1625-XS come pure i cordini sottotegola estensibili CSSTE-48-X, CSSTE-816-X e CSSTE-1625-X non sono idonei per applicazioni su solette, ma solo su travi a meno che non si utilizzino collegati alla piastra P-STE-Z.

 

 

 

 

 

 

FISSAGGIO SU LEGNO
Si considerano supporti in legno quelli costituiti da travi di adeguate sezioni, di buona qualità ovvero privi di difetti e deficienze meccaniche che ne compromettano la resistenza, e con peso specifico pari ad almeno 350 kg/mc.

Per supporti in classe C (pali) nel caso di fissaggio diretto su trave in legno, si possono impiegare o n° 4 barre filettate M12 cl. 5.8 o superiore passanti con rosetta e controdado, oppure elementi di ripartizione angolari con 6+6 tirafondi diam. 12×160 mm. Se a seguito delle valutazioni del tecnico progettista del fissaggio, l’essenza lignea della trave non fosse idonea per la realizzazione di fissaggi diretti si potrà procedere alla messa in opera dei dispositivi di sicurezza mediante l’impacchettamento della trave con piastra e contro piastra.

Per supporti in classe C (steli e lame), indichiamo l’impiego di viti DIN 571 Æ12
Per supporti in classe A1 indichiamo l’impiego di viti DIN 571 Æ12
Per supporti in classe A2, indichiamo l’impiego di viti DIN 571 Æ12
I ganci sottotegola estensibili STE4-48-X, STE4-816-X e STE4-1625-X oltre ai ganci sottotegola estensibili SLIM STE4-48-XS, STE4-816-XS e STE4-1625-XS come pure i cordini sottotegola estensibili CSSTE-48-X, CSSTE-816-X e CSSTE-1625-X. non sono idonei per applicazioni su tavolato e travetti o arcarecci, ma solo su travi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FISSAGGIO SU ACCIAIO

Si considerano supporti in acciaio travi e colonne realizzati in acciaio, aventi sezioni opportune e caratteristiche meccaniche idonee a rispondere agli sforzi indotti. E’ necessario l’impiego di piastre e contro piastre di cerchiaggio con uso di n° 3+3 barre filettate di cl. 5.8 o superiore.

PIASTRE ACCESSORIE

Le piastre sono elementi non soggetti a certificazione ma comunque da considerarsi nella verifica delle sotto strutture. Sono utilizzate per implementare il fissaggio dei dispositivi nei casi in cui si renda necessario ripartire le sollecitazioni sugli elementi sotto strutturali. Euro Safe mette a disposizione una vasta gamma di piastre sia in acciaio zincato che in acciaio inox.

Le piastre sono elementi sottostrutturali da potersi utilizzare nel metodo di fissaggio dei dispositivi anticaduta a norma UNI EN 795, e sono utilizzate per implementare il fissaggio dei dispositivi alle sottostrutture delle coperture. Sono analizzati per ogni classe di dispositivo i metodi di fissaggio e le eventuali necessità di implementare mediante le piastre accessorie. I dispositivi messi a disposizione da Euro Safe sono:
- PALI classe A1, C
- STELI classe A1, C
- LAME classe C
- SOTTOTEGOLA classe A2
- CORDINI classe A2
Per i dispositivi per i quali, in funzione delle sottostrutture, può essere necessario l’impiego delle piastre, è necessario valutare quanto esposto di seguito riportato in tabella.

In ogni caso i dati riportati in tabella sono solo di valore indicativo, un tecnico abilitato dovrà eseguire prima dell’installazione dei dispositivi, la verifica del sistema di ancoraggio alla sottostruttura per dare indicazioni precise sui tipi di ancoranti da impiegare, sulle profondità di ancoraggio e sulla necessetià di implementare con piastre messe a disposizione da Euro Safe o oltri elementi di supporto.

Nel caso di sottostrutture con travi in acciaio è sempre necessario incravattare la trave al fine di non indebolire localmente la medesima forando le piattabande per ogni tipo di dispositivo impiegato.

blocco img