DPI

I Dispositivi di Protezione Individuale, obbligatoriamente marcati CE, consigliati per formare un sistema di arresto caduta completo con gli ancoraggi Euro Safe, correttamente installati, sono:

CORDINO
Elemento di collegamento o componente di un sistema di arresto caduta. Un cordino puo essere costituito da una corda di fibra sintetica, una fune metallica, una cinghia o una catena [UNI EN 363]. Devono essere utilizzati per arresto caduta con imbracatura (UNI EN 361) e dissipatore di energia (UNI EN 355). Devono rispettare la norma UNI EN 354.

Possono essere di lunghezze variabili, ma mai superiori a 2,00 m (compresi i terminali ed il dissipatore di energia).

Cordino di posizionamento sul lavoro: componente usato per collegare una cintura ad un punto di ancoraggio, o a una struttura, circondandola, costituendo un mezzo di supporto [UNI EN 358]. Questo componente non e destinato all’arresto delle cadute.

DISPOSITIVO GUIDATO
Dispositivo di arresto caduta dotato di funzione autobloccante e sistema di guida. Il dispositivo di arresto caduta di tipo guidato, si muove lungo una linea di ancoraggio, accompagna l’utilizzatore senza necessita di una regolazione manuale durante i cambiamenti disposizione verso l’alto o verso il basso e, in caso di caduta, si blocca automaticamente sulla linea di ancoraggio [UNI EN 363]. Si tratta di un dispositivo di arresto caduta a lunghezza regolabile con un sistema di arresto caduta che entra in funzione nel caso di caduta nel vuoto o lungo superfici con inclinazione superiore a 15°.

Su superfici di inclinazione minore può essere usato per operare in condizioni di trattenuta. Richiedendo di dover assecondare lo scorrimento del dispositivo nel corso dei movimenti sulla copertura, ponendo in continua tensione la corda, permette infatti all’operatore di avere l’immediata percezione dello spazio disponibile per operare in condizioni di trattenuta. Per l’uso che può esserne fatto con i dispositivi qui riportati deve rispettare la norma UNI EN 353.2.

DISPOSITIVO RETRATTILE
Dispositivo di arresto caduta dotato di funzione autobloccante e di sistema automatico di tensione e di ritorno del cordino, ovvero del cordino retrattile. Una funzione di dissipazione di energia può essere incorporata nel dispositivo stesso oppure un dissipatore di energia può essere incorporato nel cordino retrattile [UNI EN 363].

Si tratta di un dispositivo di arresto caduta a lunghezza variabile caratterizzato da un sistema automatico di tensione e ritorno del cordino e da un sistema di arresto caduta che entra in funzione per movimenti a velocità superiori a limiti prefissati. dispositivi retrattili sono generalmente dotati di una frizione interna che funge da dissipatore garantendo una forza frenante inferiore a 6 kN. In caso contrario vanno abbinati ad un dissipatore di energia a norma UNI EN 355. Deve rispettare la norma UNI EN 360.

IMBRACATURA PER IL CORPO
Supporto per il corpo che ha principalmente lo scopo di arrestare la caduta, cioè un componente di un sistema di arresto caduta. L’imbracatura per il corpo può comprendere cinghie, accessori, fibbie o altri elementi disposti e assemblati opportunamente per sostenere tutto il corpo di una persona e tenerla durante una caduta e dopo l’arresto della caduta [UNI EN 363].

Si tratta di un dispositivo concepito per distribuire sul corpo dell’operatore le tensioni dovute ad un’eventuale caduta e per mantenerlo in sospensione. Presenta diversi punti di ancoraggio: nel caso sia previsto di operare in arresto di caduta andranno utilizzati esclusivamente gli ancoraggi sternale o dorsale, mentre nel caso sia previsto di operare in trattenuta sarà possibile impiegare anche i punti di ancoraggio centrale o laterale.

CINTURA DI TRATTENUTA
Componente che circonda il corpo composto da elementi che, disposti e montati in modo adeguato con un cordino di trattenuta, limitano il movimento in orizzontale dell’utilizzatore impedendo il raggiungimento di posizioni a rischio di caduta dall’alto durante il lavoro. Questo componente non e destinato all’arresto delle cadute.

Da impiegare su coperture piane, o con pendenza < 15°, dove e previsto di operare in condizioni di trattenuta. Deve rispettare la norma UNI EN 358.

CONNETTORE
Elemento di collegamento o componente di un sistema di arresto caduta. Devono rispettare la norma UNI EN 362.